Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Categoria: Giurisprudenza
Editore: Schena editore
Pagine: 81
Prezzo: € 10,00
ISBN: 88-8229-975-0
Anno: 2012

Visite: 3229

Recensione

Esiste, nella storia del nostro Paese e nella complessità della Dottrina Giuridica, una sorta di mistero, di ambiguità, di arcano, rappresentato dal «pensiero» di Falcone attorno al tema della «separazione delle carriere».
La sua adesione diretta e palese alla «separazione delle carriere» risulta essere uno dei più grandi misteri della storia del nostro Paese e della cronaca giuridica.
È, apparentemente, il trionfo del non-senso, l’apogeo del non-spiegabile, l’apoteosi dell’assurdo. Ebbene, questo libro cercherà sostanzialmente di riflettere attorno a questo enigma e di ipotizzare alcune possibili interpretazioni.

Si cercherà di trovare una qualche soluzione ermeneutica che possa spiegare, nella maniera più razionale possibile, questo groviglio giuridico-concettuale.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy