Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Categoria: Economia
Editore: Fuoco Edizioni
Pagine: 308
Prezzo: € 13,00
ISBN: 978-8897363361
Anno: 2013

Visite: 2632

Recensione

Come nasce davvero il denaro?
E' arrivato il momento di capire sulserio cosa si nasconde dietro alla questione fondamenrtale del "debito pubblico".
Oggi tutti gli Stati del mondo - o quasi - sono indebitati: come e' possibile che cio' accada?
Forse c'e' qualcosa che non va a monte, nel sistema stesso: nel meccanismo del credito anziche' del debito.
Il testo intende letteralmente "smascherare" il dietro le quinte degli esorbitanti numeri di questo debito, un dietro le quinte ancora occulto alle masse.
Viene denunciato in modo molto semplice e concreto un sistema di creazione del denaro del tutto artefatto, denaro che non esiste perche' solo digitale, ma che le varie banche centrali - titolari dell'emissione della moneta - addebitano agli Stati, che ogni volta devono emettere titoli di debito per il valore del prestito - BOT, CCT, BTP ecc - ovvero delle vere e proprie "cambiali" che vengono poi messe sul mercato finanziario pagando per giunta un ulteriore interesse agli acquirenti dei titoli.
Ma il testo va anche oltre: ripercorre la storia della "privatizzazione" del denaro - che nasce negli Stati Uniti - e analizza i veri problemi della attuale crisi economica, ovvero globalizzazione economica e finanziaria, spiegando CHIARAMENTE come da tutto cio' ci stiano guadagnando solo Grandi Corporations bancarie e Multinazionali.
Dulcis in fundo, il libro offre anche concrete strategie per uscire da questa spirale del debito, strategie che vanno dalla contrattazione con le banche responsabili di questa finta montagna di denaro - la BCE e la FED americana - fino al nocciolo della questione, ovvero il fatto che il denaro va reso pubblico e non privato.
La sovranita' monetaria va restituita ai cittadini: e' l'unico modo che abbiamo per sconfiggere questa ennesima crisi economica creata a tavolino dai banchieri.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy