Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.
Categoria: Cultura
Editore: manifestolibri
Pagine: 160
Prezzo: € 16,00
ISBN: 9788872856710
Anno: 2011

Visite: 2025

Recensione

Il volume prende in esame la recente vicenda politica italiana con un’analisi che coglie il nocciolo del berlusconismo nel farsi partito di un gruppo di potere economico-mediatico – caso unico in una democrazia occidentale – e nella saldatura, che così si è venuta a creare, tra il populismo come stile della comunicazione politica e un’industria culturale corrispondente all’attuale individualismo di massa. Il berlusconismo è un neo-populismo che, seppure in parziale sintonia con altri populismi più tradizionali presenti sulla scena italiana ed europea (si pensi alla Lega e ai tanti partiti xenofobi) presenta caratteristiche originali destinate a fare a scuola e a sopravvivere al suo fondatore. Quanto all’intreccio tra politica e affari e alla trasformazione dei partiti in strutture cortigiane guidate da un leader.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos