Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.
Categoria: Mafia
Editore: Aracne
Pagine: 284
Prezzo: € 18,00
ISBN: 978-88-548-3348-7
Anno: 2010

Visite: 2062

Recensione

La semiotica al servizio dell’Antimafia e del giornalismo contro Cosa Nostra e certi modi di fare giornalismo. È questa la missione del volume in oggetto. Finalmente un libro che permette di decifrare i modi di comunicare e di gire che vigono all’interno di Cosa Nostra. Un libro che dimostra come un testo possa dirsi anche una guerra e come possa realizzarsi fra più protagonisti a distanza di tempo e di spazio tra loro. Il volume di agrì permette per la prima volta di dare ai conflitti vissuti fino a oggi tra Antimafia e Cosa Nostra una dimensione scientifica e di fornire sia ai semplici appassionati che agli esperti uno strumento di lettura efficace. Il volume, infine, grazie a registrazioni ottenute alla D'Addario”, racconta da vicino i mobbing che subiscono i collaboratori esterni di alcune testate siciliane da colleghi di redazione con incarichi negli ordini e nei sindacati giornalistici, e come gli editorisi servano addirittura di queste figure per alimentare i propri conflitti di interesse contro ogni principio alla libertà-diritto di informazione.


ACQUISTA IL LIBRO:
Clicca!

VISITA IL SITO:
catalogoaracneeditrice.eu

 

 

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos