Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.
Categoria: Mafia
Editore: Newton Compton editori
Pagine: 2014
Prezzo: € 9,90
ISBN: 9788854170087
Anno: 2008

Visite: 3161

Recensione

“L’impero della camorra– Vita violenta del boss Paolo Di Lauro” (Newton Compton Editori, euro 9.90) è laprima, inedita ricostruzione della carriera criminale del famigerato padrinosoprannominato Ciruzzo ’o milionario per la sua straordinaria potenzaeconomica. E il perché è presto detto: un’inchiesta della Procura Antimafia diNapoli, infatti, ha accertato che il clan Di Lauro riusciva a guadagnare circa500mila euro al giorno dalla vendita di migliaia di bustine di droga traSecondigliano e Scampia, per un incasso annuale di oltre 180 milioni.

Il libro ripercorre l’ascesa diun boss anomalo nel panorama malavitoso campano, più simile ai mafiosi sicilianiche ai gangster sanguinari della provincia partenopea: dagli esordi nel mondodel crimine come contabile del vecchio capo-camorra di Secondigliano fino alleinchieste che hanno decimato l’ala militare dell’organizzazione. Maiintercettato al telefono in oltre dieci anni di indagine, di lui si ha una solafotografia risalente al 1998.

La storia del boss Paolo Di Laurosi intreccia con quella della città di Napoli, dimostrando come le fallimentaripolitiche abitative e del lavoro abbiano offerto a un manipolo di spregiudicaticamorristi la possibilità di occupare militarmente una vasta porzione diterritorio e di trasformare i quartieri sub-urbani della terza metropolid’Italia nel più grande supermarket della droga d’Europa.

Il libro, strutturato a metà trail romanzo e l’inchiesta giornalistica, è stato scritto dal giornalistanapoletano Simone Di Meo, che ha seguito la guerra di camorra di Secondiglianoesplosa nel 2004, proprio all’interno della cosca di Paolo Di Lauro, tra ilgruppo originario e un manipolo di fedelissimi. Di Meo compare nel best-seller“Gomorra” di Roberto Saviano come autore dello scoop sulla tregua tra il clanDi Lauro e gli scissionisti che ha portato all’interruzione di una faida che haprovocato oltre 70 morti ammazzati in appena quattro mesi.

Info: 3346962158 – 3386197711

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos