Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.
Categoria: Mafia
Editore: Infinito edizioni
Pagine: 144
Prezzo: € 12,00
ISBN: 978-88-89602-69-0
Anno: 2009

Visite: 1958

Recensione

Firenze, via dei Georgofili, notte fra il 26 e il 27 maggio 1993…

Un Fiorino imbottito di esplosivo distrugge la torre de’ Pulci, danneggia il mu­seo degli Uffizi e uccide cinque persone, tra cui la piccola Nadia, di appena 9 anni, e la sorellina neonata. I feriti sono una cinquantina.

Con la bomba di via dei Georgofili l’organizzazione mafiosa Cosa Nostra,ri­tenuta processualmente responsabile dell’attentato, sconfina per laprima volta dall’isola siciliana e porta la sua offensiva terroristicanel cuore del continente, inaugurando una stagione del tritolo duratamesi che ha rischiato di mettere in ginocchio il Paese. Una stagionetorbida e insanguinata su cui troppo presto è calato il sipario delsilenzio.

Ma fu solo mafia? Chi suggerì gli obiettivi?

E a chi servirono quelle bombe?

Questolibro suggerisce una risposta: del tutto fantastica, quasi surreale.Forse addirittura onirica. Ma non per questo impossibile...

“Conle stragi siciliane di Capaci e via d’Amelio Cosa Nostra avevadichiarato guerra allo Stato, con quelle del Continente dell’annosuccessivo, invece, la mafia avrebbe cercato di dialogare con leIstituzioni. Lo scopo sarebbe stato quello di trattare per ottenere lesolite cose: revisione dei processi, abrogazione della legge suipentiti, abolizione del 41 bis, scarcerazione dei vecchi boss malati…In cambio si offriva, appunto, la pace e la tranquillità del Paese…” (dalla prefazione di Alfonso Sabella).

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos