Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Categoria: Inchieste
Editore: Newton Compton editori
Pagine: 384
Prezzo: 9,90
ISBN: 978-88-541-4101-8
Anno: 2013

Visite: 2972

Recensione

I documenti inediti dei fatti di sangue che hanno sconvolto il nostro paese

La storia recente dell’Italia è attraversata da una lunga linea rossa, che va dalla bomba di piazza Fontana alle morti di Falcone e Borsellino.
Terribili eccidi di persone innocenti, sacrificate a trame segrete e oscure ragioni di Stato. Stragi ancora impunite, che hanno avvelenato il clima politico e sociale del nostro Paese e aumentato la sfiducia del popolo italiano verso le istituzioni. Ferdinando Imposimato – giudice da sempre in prima linea, che durante la sua carriera ha indagato su alcune delle pagine più drammatiche della parabola repubblicana – ricostruisce, con documenti inediti e una originale visione d’insieme, i fatti di sangue orditi da terroristi di destra e di sinistra, servizi segreti deviati, bande armate. Un’analisi lucida ed efficace, che non può non sollevare degli angoscianti interrogativi: quale ruolo ha avuto la politica nella stagione delle stragi di Stato? Perché alcuni uomini delle istituzioni hanno favorito quelle menti criminali? Quale collegamento esisteva tra la strategia della tensione e Gladio, tra gli americani e gli attentati che hanno drammaticamente caratterizzato gli anni di piombo e quelli a seguire?

Una rivoluzionaria indagine sulle pagine più oscure della storia italiana

Siete pronti per la verità?

«La Repubblica delle stragi impunite non si limita a elencare i fatti di sangue che hanno sconvolto il nostro Paese e riesce invece a offrire una visione d'insieme di quanto accaduto, grazie a una vasta documentazione finora inedita. Si tratta di materiali (verbali, note, sentenze, deposizioni) rimasti secretati per decenni e "liberati" soltanto otto mesi fa che, finalmente consultati e analizzati, con l'esperienza e la memoria del testimone diretto, hanno permesso all'autore di annunciare le "novità" scaturite da quelle carte.» Silvana Mazzocchi, La Repubblica


«Con il solito coraggio, e con la consueta passione documentale, Ferdinando Imposimato ha ora deciso di rileggere i troppi disastri della cosidetta strategia della tensione. In La Repubblica delle stragi impunite il giudice campano reinterpreta alcune stragi impunite focalizzando l’attenzione sul ruolo svolto da servizi segreti, uomini politici, e da una struttura politico-militare segreta ancora poco indagata: Gladio (Stay Behind).» 
Il Sole 24 Ore.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy