Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.
Categoria: Mafia
Editore: Mondadori
Pagine: 140
Prezzo: € 20,00
ISBN: 9788804656395
Anno: 2015

Visite: 7524

Recensione

C'è un modello alternativo allo stragismo mafioso. Lo incarna la mafia catanese, la mafia dei colletti bianchi.


È esistita ed esiste una mafia che ha anticipato di vent’anni la strategia dell’inabissamento: mentre a Palermo si attaccava lo Stato, a Catania essa è stata capace di identificarvisi fino a far negare la propria esistenza. E riusciva a crescere, irrobustirsi e penetrare nelle istituzioni e nel mercato, pur rimanendo ortodossa e fedele alle regole dell’organizzazione, anzi rispettandole più di quanto non accadesse altrove. È questa la cosa nostra che è stata più forte e più radicata anche nel consenso popolare. Una mafia padrona che da sempre si traveste e vive in mezzo a un popolo aperto e generoso, – un po’ vittima e un po’ complice – . Tutto questo non è avvenuto per caso. Dietro ci sono ragioni profonde e c’è una strategia che dura da decenni e che adesso è diventata una strategia comune anche alle altre famiglie dell’isola. Ma mentre le altre province si adeguano alla sua linea, questa mafia catanese si trasforma ancora, fino quasi a sparire alla vista: è già cosa nostra 2.0, o forse lo è stata da sempre.

In vendita dall'8 settembre 2015

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy