Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.
Categoria: Mafia
Editore: Luigi Pellegrini Editore
Pagine: 142
Prezzo: € 16.00
ISBN: 9788881018468
Anno: 2012

Visite: 2336

Recensione

Era il 3 maggio del 1982. Un attentato, particolarmente efferato, realizzato con un'autobomba, smembrava letteralmente il corpo dell'imprenditore salernitano Gennaro Musella a Reggio Calabria. In quel maggio dell''82, esattamente dieci anni prima la strage di Capaci, Gennaro Musella moriva ad opera di un'associazione tra 'ndrangheta calabrese e mafia siciliana, per aver denunciato le irregolarità di una gara d'appalto.
Il volume è accompagnato dalla prefazione di Pietro Grasso, Procuratore Nazionale Antimafia, e dalla testimonianza della figlia Adriana Musella che, oggi, in qualità di Presidente del Coordinamento Nazionale Antimafia "Riferimenti", fondato dal Giudice Antonino Caponnetto, pietra miliare nella storia della lotta alla mafia, ha imposto la memoria del padre ad uno Stato sordo ed assente.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos