Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Nella guerra tra i cartelli della droga nel Messico occidentale, i trafficanti di droga hanno iniziato a utilizzare ordigni esplosivi improvvisati lungo la strada per danneggiare i veicoli dell'esercito. Secondo “El Periodico del México” questa sarebbe la prima volta che i cartelli messicani usano con successo esplosivi improvvisati. L'esercito non ha risposto a una richiesta di commento sugli esplosivi ma il ministero della Difesa nazionale ha affermato che sabato le pattuglie dell'esercito sono state attaccate quattro volte con un bilancio di 10 soldati feriti.

Non è la prima volta che i cartelli della droga attaccano apertamente l’esercito messicano: nel 2015 per esempio uomini armati del cartello di Jalisco avevano abbattuto un elicottero da trasporto Eurocopter con un lanciagranate, uccidendo otto soldati e un agente di polizia.
Il governo messicano sta rapidamente esaurendo gli strumenti per controllare l'espansione del cartello di Jalisco, il più potente del paese quando si tratta di armi militari.

Foto: it.depositphotos.com

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy