Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Incontro tra la Ministra della Giustizia del Paraguay e il governo italiano per la lotta al crimine organizzato

Il Paraguay aderirà all'iniziativa ICAN (Interpol Cooperation Against 'Ndrangheta), un programma di cooperazione internazionale diretto dall’Interpol, creato dal dipartimento di sicurezza pubblica italiano, destinato specificamente alla lotta contro l'organizzazione mafiosa 'Ndrangheta. 

Negli ultimi giorni, la ministra della Giustizia del Paraguay, Cecilia Pérez, si è recata in Italia, dove si è incontrata con diverse autorità del paese, per coordinare tutti insieme una serie di misure di cooperazione in materia di criminalità organizzata tra entrambi i paesi. 

Il procuratore Nazionale Antimafia ed Antiterrorismo, Federico Cafiero de Raho, ha promesso supportare le investigazioni e promuovere lo scambio di informazione di Intelligence in quanto a indagini sul crimine organizzato transnazionale, in particolar modo per quanto riguarda l’infiltrazione della 'Ndrangheta nella regione. Da sottolineare che al momento Argentina, Brasile e Colombia fanno già parte di questa iniziativa. 

La ministra si è incontrata anche con il presidente dell'Autorità Nazionale Anticorruzione, Giuseppe Busia, con il quale stabilirà dei meccanismi di controllo nei sistemi degli appalti pubblici, da parte di imprese apparentemente legali, e per la prevenzione e contrasto alla corruzione nell'amministrazione pubblica. 

Successivamente si è riunita con il direttore del Dipartimento di Affari di Giustizia del Ministero, Nicola Russo, per stabilire una serie di accordi focalizzati a facilitare il trasferimento di condannati tra Italia e Paraguay. Inoltre, è stata analizzata la possibilità di ampliare il quadro giuridico in materia di criminalità organizzata, avendo come riferimento la legislazione antimafia. 

Infine, la ministra Pérez, insieme al cancelliere Euclides Acevedo, hanno partecipato all'evento "Falcone-Borsellino, strategie e tecniche di contrasto contro il crimine organizzato transnazionale. La prospettiva italiana nella lotta alle mafie, l'eredità di Falcone e Borsellino", organizzato dal ministero degli Affari Esteri. La giornata coincideva  con un nuovo anniversario della firma dell'accordo delle Nazioni Unite contro la Delinquenza Organizzata Transnazionale, firmato a Palermo, Sicilia, nell'anno 2000.

Foto di copertina: radionacionaldeparaguay.com

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy