L'ex presidente dell'Honduras Juan Orlando Hernandez sarà estradato la prossima settimana negli Stati Uniti, Paese che lo accusa di traffico di droga e porto illegale di armi. Lo ha annunciato il ministro della Sicurezza honduregno, Ramon Sabillon. "Abbiamo programmato di incontrarci in modo che lui (Hernandez) possa partire la prossima settimana, tra mercoledì e venerdì”, ha detto Sabillon parlando alla radio honduregna Hrn. Il ministro ha spiegato che Hernandez sarà consegnato alle autorità dell'agenzia antidroga statunitense Dea, come previsto dall'ordine giudiziario. Ieri, il ministero degli Esteri ha ricevuto la risoluzione della Corte Suprema di Giustizia (Scj) che ha ratificato l'estradizione dell'ex capo di Stato. Un tribunale del Distretto meridionale di New York vuole processare l'ex presidente per vari reati legati al traffico di droga e al porto illegale di armi. Dal 2004 al 2022 - hanno assicurato fonti giudiziarie statunitensi - l'associazione per delinquere di cui presumibilmente faceva parte Hernandez ha trasportato oltre 500 tonnellate di cocaina attraverso l'Honduras destinati al territorio nordamericano. Questa attività, si dice infine, ha fruttato all'ex capo di Stato molti milioni di dollari in tangenti e profitti pagati da diverse organizzazioni in Honduras, Messico e altrove.

Foto di copertina © Casa de América/Flickr

ARTICOLI CORRELATI

Honduras: arrestato ex presidente per narcotraffico

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy