Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

"Provo vergogna, dolore e vergogna per il ruolo di diversi cattolici, in particolare con responsabilità educative". Sono state queste le parole di Papa Francesco nel corso dell'udienza con i nativi del Canada, parlando di "trattamenti discriminatori e varie forme di abuso hanno avuto in tutto quello che vi ha ferito" subiti dagli indigeni del Canada. Il vescovo di Roma ha chiesto perdono "perdono degli abusi e della mancanza di rispetto verso la vostra identità, la vostra cultura e persino i vostri valori spirituali. Tutto ciò è contrario al Vangelo di Gesù. Per la deplorevole condotta di quei membri della Chiesa cattolica chiedo perdono a Dio e vorrei dirvi, di tutto cuore: sono molto addolorato. E mi unisco ai Fratelli Vescovi canadesi nel chiedervi scusa".

Foto © Imagoeconomica

ARTICOLI CORRELATI

La battaglia di Papa Francesco
di Giorgio Bongiovanni

Papa Francesco si è bevuto il cervello?
di Saverio Lodato

Sonia Bongiovanni legge Saverio Lodato

Papa Francesco chiede giustizia per i 215 bambini massacrati in una scuola cattolica in Canada

Altre 700 tombe di bambini trovati in Canada

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy