Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Lo scioglimento dei ghiacci e l'innalzamento dei mari non si può fermare. Nel 2019 le concentrazioni atmosferiche di Co2 erano le più alte degli ultimi due milioni di anni. E quelle dei principali gas serra le più elevate degli ultimi 800mila anni

La terra subirà un aumento "senza precedenti" di eventi meteorologici estremi, come ondate di calore, siccità, nubifragi o inondazioni anche se il riscaldamento globale sarà limitato a 1,5 gradi centigradi. Sono le poco ottimistiche previsioni del rapporto degli esperti climatici delle Nazioni Unite. Ogni anno, da sei anni a questa parte, 234 scienziati di 195 paesi stilano il loro testo e ogni anno ribadiscono l'allarme.
Il futuro è in bilico, dicono da tempo, purtroppo inascoltati dalla politica. La temperatura globale superficiale continuerà ad aumentare nei prossimi venti, trent'anni, non si può fermare una crisi ormai irreversibile. Fondamentale sarà impegnarsi per limitare l'aumento del riscaldamento climatico almeno di un grado e mezzo. Ma nonostante questo, (l'obiettivo è molto difficile da raggiungere), alcuni scienziati ritengono che non sia sufficiente. Lo scioglimento dei ghiacci e l'innalzamento dei mari continueranno ad aumentare.


crisi climatica incendio da unsplash


I dati che si riferiscono al 2019 sono impressionanti: nel 2019 le concentrazioni di Co2 nell'atmosfera erano le più alte degli ultimi due milioni di anni. Anche le concentrazioni dei gas responsabili dell'effetto serra (metano e biossido di azoto) erano le più alte degli ultimi 800mila anni. Negli ultimi 50 anni la temperatura media della terra è cresciuta ad una velocità che non ha eguali negli ultimi 2000 anni e l'aumento medio del mare è cresciuto a una velocità mai vista negli ultimi 3mila anni.
La pandemia, spiegano gli scienziati, ha fornito una serie di rilevazioni interessanti, come la riduzione del 7% delle emissioni di CO2, che ha portato a un miglioramento temporaneo della qualità dell'aria a livello globale, ma non ha prodotto alcun effetto sulle concentrazioni di gas serra in atmosfera.

Fonte: tg.la7.it

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy