Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Vertice Clima ONU
di AMDuemila
- Video
Domani a New York il Climate Action Summit dell'ONU, Trump assente speciale

Il clima sta mutando a ritmi vertiginosi e il tempo a disposizione per attuare un cambio radicale della vita del genere umano diminuisce giorno per giorno. Il numero uno dell’ONU Antonio Guterres, che da due anni ricopre il ruolo di Segretario generale al Palazzo di Vetro dopo Ban Ki-Moon, ha lanciato l’allarme in un’intervista rilasciata e pubblicata in prima pagina sul sito di Al Jazeera. "Stiamo perdendo la gara. Il cambiamento climatico sta correndo più veloce di noi e sta peggiorando di giorno in giorno". 11 anni, questo è il tempo limite a disposizione che gli scienziati hanno comunicato a Guterres, per evitare che “a fine secolo si raggiunga l’aumento di un 1,5 gradi in più su tutto il globo”. “Quello che è chiaro per me - ha aggiunto - è riconciliare il genere umano con la natura. Se si guarda indietro nella storia gli esseri umani hanno combattuto tra loro, oggi invece stanno combattendo la creazione. Madre natura è arrabbiata perchè noi la stiamo facendo arrabbiare, dobbiamo riconoscerlo e cambiare il corso. La nostra generazione ha l’obbligo di permettere alle nuove generazioni di vivere in un mondo sano. E non stiamo perseguendo questo obbligo, noi stiamo distruggendo il pianeta dove loro vivranno” ha concluso. L’intervista è stata rilasciata a margine del summit internazionale sul clima, convocato proprio da Guterres, che si terrà domani a New York nella sede dell’ONU. Nel corso del vertice si parlerà di strategie concrete contro il cambiamento climatico. “Don’t come with a speech, come with a plan” (“Non venite con un discorso ma con un piano”), è stata l’esortazione del Segretario Generele delle nazioni unite ai leader mondiali.
Guterres ha inoltre ribadito ai governi l'urgenza di ridurre le emissioni di gas serra del 45% nel prossimo decennio, di bloccare ogni nuovo progetto di centrale di carbone dopo il 2020 e di porre fine ai finanziamenti alle energie fossili.
All’atteso vertice sarà assente Donald Trump che invece presenzierà ad una sessione dedicata alle persecuzioni religiose nel mondo. Al vertice sul clima, previsto alla vigilia della 74esima edizione dell'Assemblea generale dell'ONU, gli Usa saranno rappresentati da Marcia Bernicat, sottosegretario per gli oceani e affari internazionali di carattere scientifico e ambientale, ha reso noto il dipartimento di Stato. In una mini anticipazione del suo discorso, Trump ha fatto tuttavia sapere che quando martedì parlerà davanti alle Nazioni Unite, rivendicherà con orgoglio i successi degli Stati Uniti. "Diremo gli Stati Uniti sono il più grande paese del mondo. Non siamo mai stati così forti e non siamo mai stati meglio", ha anticipato. Un atteggiamento immaturo per un Paese, gli Stati Uniti, considerato tra i primi 5 al mondo in tema di emissioni di CO2 dopo la Cina e l’India. Immaturità che diversamente non hanno affatto dimostrato i 500, tra ragazzi e ragazze provenienti da tutto il mondo, che sabato si sono presentati al Palazzo delle Nazioni Unite parlando di emergenza climatica. I giovani, capitanati dalla giovane attivista svedese Greta Thunberg sono stati accompagnati da Guterres. “Venerdì milioni di persone nel mondo, soprattutto giovani, hanno marciato e chiesto vere azioni sul clima. - ha detto Greta all’Un Youth Climate Summit - Abbiamo mostrato che siamo uniti e che noi giovani siamo inarrestabili". A prescindere da quelle che saranno le linee guida stabilite durante il Climate Action Summit, il vertice internazionale non si concluderà con un documento vincolante ma con una dichiarazione già firmata da 30 capi di stato. Quello di domani con ogni probabilità si rivelerà una sorta di prova generale in vista dell'attesissima Conferenza dell'ONU Cop 25, che si svolgerà a Santiago del Cile dal 2 al 13 dicembre.

ARTICOLI CORRELATI

Groenlandia. L'isola si scioglie sempre di più per il caldo record

Greta Thunberg a New York visita il Palazzo di Vetro, sede dell'ONU

Brucia l'Amazzonia: da inizio anno 72mila incendi nella foresta

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy