Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La guerra tra Russia e Ucraina è tutt'altro che vicina ad una risoluzione. Intanto però, può essere accolta con favore la notizia che altre due navi con a bordo grano e mais sono partite, oggi, dai porti dell'Ucraina sul Mar Nero, dirette verso la Turchia e l'Iran. 
Ad annunciarlo è stato il ministero della Difesa turco, specificando che la prima nave, Sormovsky, battente bandiera del Belize, trasporta 3.050 tonnellate di grano. Partita dal porto di Chornomorsk, nella regione di Odessa, è diretta verso Tekirdag, nel nord-ovest della Turchia. L'altra nave, soprannominata Star Laura e battente bandiera delle Isole Marshal, è partita dal porto di Yuzhny con 60 mila tonnellate di mais destinate all'Iran. 
La prima nave a partire da Odessa dal 24 febbraio, data dell'inizio dell'invasione russa dell'Ucraina, era stata Razoni, salpata il primo agosto in base a un accordo tra Russia e Ucraina per aprire un passaggio sicuro mediato da Ankara e dalle Nazioni Unite. Tuttavia, l'ambasciata dell'Ucraina in Libano, Paese di destinazione di Razoni, ha fatto sapere che l'ordine del primo carico era stato annullato. 
Secondo una fonte del porto di Tripoli, ciò sarebbe avvenuto soprattutto a causa "della qualità dei prodotti al suo interno, immagazzinati da sei mesi". 
Nel mais, al pari di altri cereali, possono svilupparsi delle aflatossine prodotte da funghi durante la coltivazione, il raccolto e l'immagazzinamento. Per supervisionare l'intero processo di trasporto di cereali e grano dall'Ucraina, il 27 luglio, è stato lanciato il Centro di coordinamento congiunto di Istanbul, composto da rappresentanti di Turchia, Russia e Ucraina e delle Nazioni Unite, al fine di consentire il trasporto sicuro di prodotti alimentari commerciali e fertilizzanti da parte delle navi mercantili.

Foto: it.depositphotos.com

ARTICOLI CORRELATI

L'Ucraina accusa la Russia: ''Hanno minato la centrale nucleare di Zaporizhzh’'

Il fronte ucraino si sgretola. Zelensky: ''Situazione nel Donbass molto difficile''

Guerra in Ucraina: pericolo nucleare in aumento mentre i russi avanzano nel Donbass

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy