Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il governo federale tedesco esclude per il momento di fornire armamenti all'Ucraina per fare fronte ad una possibile invasione da parte della Russia. Lo ha detto la ministra della Difesa tedesca, Christine Lambrecht (in foto) in un'intervista al settimanale "Welt am Sonntag" pubblicata oggi. "Posso capire il desiderio di sostenere l'Ucraina, ed è esattamente quello che stiamo già facendo", ha aggiunto. Lambrecht. "L'Ucraina riceverà un ospedale da campo completo insieme alla formazione necessaria a febbraio, il tutto cofinanziato dalla Germania per 5,3 milioni di euro", ha proseguito la ministra osservando che personale sanitario tedesco ha curato le truppe ucraine gravemente ferite nei suoi ospedali militari per anni. Per il momento Berlino "non è pronta" a fornire armi a Kiev, ha affermato la titolare del dicastero della Difesa tedesco. "Dobbiamo fare di tutto per ridurre l'escalation. Attualmente, le forniture di armi non sarebbero utili a questo riguardo, c'è accordo su questo nel governo tedesco", ha chiarito Lambrecht. Alla ministra si è allineata anche un altro esponente dell'esecutivo, la ministra degli Esteri tedesco Annalena Baerbock, secondo cui Berlino non ha in ogni caso mosso critiche ad altri Paesi che si sono detti pronti a fornire armi all'Ucraina. "Ma non credo sia realistico che tali consegne possano far pendere l'equilibrio militare", ha detto Baerbock al quotidiano "Sueddeutsche Zeitung". "L'arma più potente è che gli alleati della Nato, gli Stati membri dell'Ue e del G7 chiariscano (alla Russia) che ogni nuova aggressione avrà enormi conseguenze", ha sottolineato il capo della diplomazia di Berlino dopo che nei giorni scorsi il Regno Unito ha iniziato a fornire all'Ucraina armi anticarro a Kiev.

Foto © Kuebi = Armin Kübelbeck

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy