Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Un piano congiunto per il rafforzamento di una strategia di deterrenza nucleare comune, che potrebbe comportare tra le altre cose la partecipazione di bombardieri strategici alle esercitazioni congiunte tra le forze armate. E' questo il progetto a cui stanno lavorando Stati Uniti, Giappone e Corea del Sud. A scriverlo è il quotidiano "Nikkei", secondo cui Seul e Tokyo hanno espresso la loro disponibilità a riprendere i colloqui in merito alla "deterrenza estesa" durante la recente visita del presidente Usa Joe Biden. La Corea del Sud, in particolare, ha acconsentito a ripristinare il Gruppo consultivo per la strategia di deterrenza estesa, inattivo da gennaio 2018.
Il Giappone, invece, si sarebbe detto disponibile a condurre consultazioni a livello di gabinetti. La deterrenza estesa comporterebbe di fatto la possibilità per gli Stati Uniti di far ricorso al proprio arsenale nucleare in difesa dei due alleati asiatici.
La rinnovata centralità della deterrenza nucleare deriva da un senso di crescente squilibrio nell'ecosistema della sicurezza regionale asiatica: secondo il dipartimento della Difesa Usa, la Cina intende dotarsi entro il 2030 di un arsenale di almeno mille testate nucleari veicolabili, cinque volte l'arsenale di cui Pechino disponeva nel 2020. Gli Usa si aspettano inoltre che la Corea del Nord conduca nel prossimo futuro il suo settimo test nucleare.

Foto: it.depositphotos.com

ARTICOLI CORRELATI

Ucraina: Biden promette armamenti avanzati e Mosca risponde con esercitazioni nucleari

Guerra in Ucraina: i russi prossimi alla conquista di Severodonetsk

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy