Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

L’annuncio dalla Casa Bianca del presidente USA: “Occidente unito, pronti a imporre severe sanzioni a Mosca

Si è alzata di nuovo alle stelle la tensione tra Russia e Occidente sul fronte Ucraina. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato, in una conferenza stampa straordinaria alla Casa Bianca, di credere che “le truppe russe nei prossimi giorni possano attaccare l'Ucraina, anche la capitale Kiev”. E ancora: “La Russia cerca pretesti per attaccare l'Ucraina, noi non dobbiamo commettere errori. In questo caso credo che la Russia abbia deciso di attaccare". La conferenza stampa è stata organizzata al termine della telefonata con i leader atlantici tra i quali Italia, Canada, Francia, Germania, Polonia, Romania, Regno Unito, Unione europea e Nato. "Gli Stati Uniti - ha aggiunto Biden - sono pronti a difendere ogni centimetro dei territori della Nato. Teniamo aperti i canali umanitari e di sostegno finanziario all'Ucraina. Insieme agli alleati Nato sosterremo i cittadini ucraini e in caso di invasione imporremo pesanti sanzioni alla Russia. Un attacco russo sarebbe un vero disastro. C'è accordo con gli alleati anche sulle sanzioni, seppure con piccolissime differenze". Il presidente degli Stati Uniti ha avvertito ancora una volta la Russia delle possibili conseguenze in caso di invasione dell'Ucraina, che non prevede l’invio di truppe ma il sostegno alle forze ucraine dell’adozione di sanzioni senza precedenti. "La linea di fondo è questa. Gli Stati Uniti, i nostri alleati e partner sosterranno il popolo ucraino. Riterremo la Russia responsabile delle sue azioni", ha spiegato. "L'Occidente è unito e determinato. Siamo pronti a imporre severe sanzioni alla Russia se invade", ha detto Biden. "Ma può ancora scegliere la diplomazia. Non è troppo tardi per diminuire l'escalation e tornare al tavolo dei negoziati", ha aggiunto il presidente Usa. Intanto l’inquilino della Casa Bianca ha fatto sapere che parteciperà anche a una riunione virtuale del G7 giovedì prossimo sulla crisi Ucraina. L'incontro è stato organizzato dal cancelliere Olaf Scholz che ha invitato giovedì i capi di stato e di governo del G7 a un summit virtuale.

ARTICOLI CORRELATI

Crisi Ucraina: faccia a faccia tra Di Maio e Lavrov a Mosca

La propaganda di guerra occidentale che auspica lo scontro con Mosca

Tensione lungo il confine ucraino: potente esplosione nel centro di Donetsk

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy