Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

L'ex colonello Walter Klug Rivera, dopo il suo arresto in Argentina, era stato rinchiuso in prigione preventiva a Concepción (Cile). Da lunedì 2 agosto ha iniziato a scontare la sua condanna a 10 anni ed un giorno di prigione nel carcere di Til Til, per violazione dei diritti umani durante gli anni della dittatura.Il colonello è stato trasferito alle 8:00 di questo lunedì dal centro di detenzione di Chacabuco (Concepción) a quello di Punta Peuco. Walter Klug è stato condannato per essere coinvolto in sparizioni di persone e omicidio di icidi di 23 lavoratori dell'Endesa, a los Ángeles, durante la dittatura di Augusto Pinochet, quando l'ufficiale era a capo del Campo di Prigionieri di detta città, nella Regione del Biobío. Nel 2015 la Corte Suprema confermò la condanna a carico di Klug per i crimini commessi. La sentenza di condanna era in attesa di esecuzione, essendo che la giustizia cilena era in attesa dell’estradizione dall’Italia, concessa pochi giorni fa, e quindi il colonello è stato trasferito al carcere dove sconterà la sua pena. Questo ex ufficiale è la dimostrazione bestiale del tipo di addestramenti del Pentagono e di un esercito servile ai potenti. Dopo il colpo militare, già con il grado di tenente, Walter Klug organizzò la caccia di persone e creò il campo di prigionieri politici nelle scuderie del Reggimento di Los Ángeles. Lì venivano portati tutti i prigionieri politici della provincia. Prima vennero trasferiti i prigionieri del Liceo de Hombres della città, ma poi venivano portati sul posto anche le persone fermate nelle continue razzie organizzate da Klug, dagli agenti del SIM (Service Military Intelligence) e una banda di civili fascisti di Patria y Libertad che incarnavano la sete di rivincita della destra cilena. Anche le decine di detenzioni che eseguivano le diverse unità dell’esercito e di Carabineros nei campi della zona andavano a incrementare il numero di prigionieri del campo di Klug. Nelle cacce all’uomo realizzate tra l’11 settembre e il 17 novembre del 1973, furono arrestati lavoratori della Centrale Endesa di El Toro e El Abanico, entrambe nel comune di Antuco, all'interno della cordigliera de Los Ángeles. I prigionieri del campo venivano selvaggiamente torturati da Klug e di suoi, e lì venivano giustiziati. La maggior parte dei 123 detenuti di quella città furono fatti sparire dal recinto.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy