Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Presente anche l'ammiraglia della 6a flotta statunitense, la USS Mount Whitney

L'esercitazione militare denominata 'Baltops' è iniziata il 6 giugno e si protrarrà fino al giorno 20. In tutto la NATO ha riunito 40 navi, 60 aerei ed elicotteri e oltre 4.000 soldati provenienti da 18 paesi ed è in base a questi dati che la manovra è stata classificata come la più grande degli ultimi anni.
L'osservatore russo Izvestia Anton Lavrov ha riportato che tali esercitazioni comprendono attacchi a obiettivi costieri, operazioni informatiche, ricerca di sottomarini e atterraggio di forze d'assalto anfibie in Lituania.
Inoltre, nonostante l'intento pacifico delle operazioni, le forze della NATO stanno praticando azioni aggressive, compresi attacchi contro obiettivi costieri e marittimi, isolamento di alcune aree della zona acquatica, nonché operazioni di pattugliamento e ispezione.
Già nei primi giorni delle esercitazioni, il bombardiere strategico americano B-52H ha sorvolato il Baltico scortato dai caccia F-16 delle forze aeree danesi e olandesi e dallo svedese Saab JAS-39 Gripen. Il B-52H è un bombardiere in grado di trasportare armi nucleari e secondo Mosca il fatto che lo si stia impiegando nelle esercitazioni è un'altra provocazione. Secondo il comandante in capo delle forze aerospaziali Sergei Surovikin, l'anno scorso tali bombardieri hanno praticato attacchi missilistici contro obiettivi nella regione di Kaliningrad e ai confini occidentali della Russia.
Durante la precedente esercitazione - Baltops 2012 - ci fu a differenza di quelle odierne anche la partecipazione della Russia per mezzo della sua nave da sbarco della flotta baltica "Kaliningrad". Anche gli obiettivi di tali esercitazioni erano diversi, infatti al tempo compresero la neutralizzazione delle mine, la lotta alla pirateria, il terrorismo, gli aiuti e il salvataggio in mare.
Ora sembrano molto più simili a vere operazioni di combattimento. Ed è già stato annunciato che le navi degli alleati nel blocco elaboreranno la difesa aerea congiunta, cercheranno e distruggeranno i sottomarini nel Baltico e condurranno un'operazione di sbarco in Lituania. Oltretutto un compito importante sarà quello di garantire la libertà di navigazione attraverso la naturale ristrettezza degli stretti nel Baltico.
"Naturalmente tutte le esercitazioni della NATO Baltops nella regione baltica sono completamente rivolti contro la Russia, che ora viene chiamata il principale nemico dell'alleanza - afferma l'esperto militare Vladislav Shurygin - Non ci sono illusioni sul piano. Ora c'è un ripristino attivo della NATO e del raggruppamento americano in Europa".
Le esercitazioni sono iniziate nell'area dello stretto danese e si sposteranno gradualmente verso est più vicino agli Stati baltici membri della Nato, e di conseguenza al territorio della Russia. La prima settimana è stata dedicata ai temi del coordinamento e della sicurezza della navigazione. La parte finale sarà suddivisa in diversi episodi di combattimenti separati i quali verranno eseguiti contemporaneamente. Il comando militare dell'Alleanza ha fatto notare che si adopereranno per il massimo realismo nelle manovre e utilizzeranno la vera mappatura della regione.
Per la prima volta inoltre verrà simulato anche un attacco informatico ai sistemi di comunicazione e di controllo automatico del raggruppamento.
La serie delle esercitazioni Baltops è iniziata nel 1971 come un modo per mostrare il potere dell'Alleanza di fronte all'URSS e all'organizzazione del Patto di Varsavia. Dopo un periodo non troppo lungo di "riscaldamento", sono tornati al loro formato originale. Parallelamente alle operazioni della NATO nella regione sono state lanciate le esercitazioni di risposta della flotta baltica. Le sue navi e i suoi aerei monitoreranno da vicino le manovre straniere e nella regione di Kaliningrad si terranno esercitazioni antianfibie e controlli sulle azioni dei sistemi missilistici costieri.

ARTICOLI CORRELATI

Per 2022, Stati Uniti stanziano 10 miliardi in più nella difesa

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy