Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di Margherita Furlan - Video
Stiamo transitando da una società a un’altra. Ma la presente Transizione si distingue sostanzialmente da tutte le precedenti. Il suo carattere planetario costringe diverse civiltà umane ad abbandonare tempi e direzioni di sviluppo e a subire violente e drammatiche frizioni reciproche prodotte dal cambio del tempo e della direzione di ciascuna di esse. Questa Transizione, tuttavia, non viene compresa né da gran parte delle élites dirigenti, né, tanto meno, dalle grandi masse popolari. Essa viene al più percepita in termini d'inquietudine generale. Ma non è compresa come tale. Ciò rappresenta un grande pericolo: perché impedisce di prevedere razionalmente ciò che potrebbe accadere, ovvero di esaminare con attenzione gli scenari più probabili e, tra questi, scegliere, nei limiti del possibile, i più vantaggiosi per l’Uomo e per il contesto in cui vive.

Enzo Pennetta #pillola_2: “La corda sull'abisso”


ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy