Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
L'ex sindaco di Riace Mimmo Lucano "sta vivendo un calvario, è un perseguitato. Basta con questo accanimento terapeutico". L'appello arriva da padre Alex Zanotelli, il missionario pacifista che, nell'emergenza coronavirus, chiede non si spenga l'attenzione nei confronti dell'ex sindaco sotto inchiesta per la gestione degli immigrati a Riace.
Il sacerdote è stato raggiunto dall'Adnkronos a cui ha commentato l'inchiesta con cui la Procura di Locri contesta a Lucano di avere fatto la carta di identità ad una immigrata e al figlio che aveva bisogno di cure. "Lucano ha già un processo a carico - ricorda il missionario pacifista - e la Procura di Locri ha chiesto un nuovo processo a suo carico per avere aiutato una persona per motivi di salute. Ho cercato di parlare anche con il prefetto, invano. Volevo dirgli di fermare l'accanimento terapeutico nei suoi confronti. Mimmo sta vivendo un autentico calvario".

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy