Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Stamattina l'amministrazione comunale di Napoli assistita dalle Forze dell'Ordine ha provveduto alla rimozione di una lapide in marmo, posta su un muro adiacente un marciapiede pubblico presso il Corso Vittorio Emanuele, dedicato a Luigi Di Napoli, pregiudicato affiliato al clan Saltalamacchia.
Inoltre sempre questa mattina è stata rimossa una lapide commemorativa, posta in via Gerusalemme Liberata, nel quartiere Secondigliano, dedicata al pregiudicato Gaetano Todisco, affiliato al clan Di Lauro.
La prefettura ha fatto sapere in una nota che l'attività di rimozione continuerà nei prossimi giorni e nelle prossime settimane con il fine di "ripristinare il rispetto della legalità con la progressiva rimozione di manufatti o altri simboli che insistono abusivamente sulla pubblica via, ferma restando l'eventuale sussistenza di specifici reati".

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy