Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Ancora una esplosione di notte di un ordigno artigianale nell'area Est di Napoli. La terza in 72 ore. Il quartiere di Ponticelli è ostaggio da quasi un anno di una guerra di Camorra tra i clan Casella e De Martino, noti anche come XX. La bomba è deflagrata ieri notte alle 23 in via Guido Della Valle, nei pressi di via Camillo De Meis. La strada è a poca distanza da via Lombardi Vera, teatro del primo episodio, avvenuto nella notte tra lunedì e martedì; in quella strada lo scoppio fu preceduto da tredici proiettili, sparati in aria come in una 'stesa'.
Ventiquattro ore dopo, nella notte tra l'11 e il 12 maggio, la seconda esplosione, a ridosso del rione Incis di Ponticelli, quando la bomba è stata lanciata da un cavalcavia verso i palazzi. Poi l'episodio di eri notte. La polizia è stata allertata da diverse chiamate al 113. Le pattuglie sul luogo indicato dai cittadini, diversamente che negli altri casi, quando sono state danneggiate auto, non hanno trovato tracce dello scoppio, cosa che fa ipotizzare si trattasse di un ordigno non particolarmente potente.

Foto © Imagoeconomica

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy