Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Questa mattina i carabinieri di Caserta hanno sgominato un traffico di sostanze stupefacenti. Nell'ambito dell'operazione '5º imperatore' sono finite in manette 13 persone indagate a vario titolo per i reati di associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti. Stando alla ricostruzione delle forze dell'ordine, illustrata in una nota, la droga veniva acquistata a Napoli, fra Caivano e San Giovanni a Teduccio. Pattuito il prezzo, cocaina e hashish venivano trasportate in grossi quantitativi a bordo di auto o moto utilizzate ad hoc ed anticipate da staffette. La merce arrivava poi nell'abitazione di Rosario Palmieri, 52 anni detto 'Nerone', ritenuto dai carabinieri, come specificato nella nota, il capo dell'organizzazione. La droga veniva lavorata e poi smerciata tutta la giornata da una finestra dell'appartamento. Le indagini hanno permesso di ricostruire l'organigramma criminale costituito da un ramificato e aggressivo sodalizio criminale, dove ogni componente avrebbe avuto il suo ruolo specifico. Le principali aree di smercio dello stupefacente sono state individuate all'interno dei rioni Vanvitelli, Santa Rosalia e Michelangelo del capoluogo casertano. In 11 sono finiti in carcere, 2 ai domiciliari.

Foto © Imagoeconomica

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy