Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

24 gennaio 2013
Napoli. Hanno tentato di costringere il titolare di una società di impianti elettrici, incaricata dal comune di Crispano (Napoli) di curare la manutenzione dell'illuminazione pubblica, a versare una somma prima delle festività natalizie. I carabinieri hanno arrestato tre presunti affiliati al clan camorristico dei Moccia con l'accusa di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. In manette sono finiti di spicco della cosca, già noti alle forze dell'ordine. Si tratta di Angelo Pezzullo, di 42 anni, ritenuto dagli investigatori l'attuale capozona del clan nei comuni di Frattamaggiore, Crispano e Frattaminore; di Corrado Polizzi, di 27 anni, e di Stefano Celiento, di 43 anni. Ai tre, bloccati dai militari di Casoria e Cercola a Crispano e Frattamaggiore, sono state notificate altrettante ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal gip di Napoli su richiesta della DDA partenopea. Le indagini sono state eseguite tra novembre e dicembre 2012 dal nucleo operativo e radiomobile di Casoria, insieme alle stazioni di Frattamaggiore e Crispano, e dalla tenenza di Cercola. Per i tre si sono aperte le porte del carcere partenopeo di Secondigliano.

ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos