Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

17 marzo 2012
Caserta. Dalle prime ore dell'alba, i carabinieri del Nucleo investigativo di Caserta, nel corso di un'attività d'indagine coordinata dalla Dda di Napoli, stanno dando esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di otto persone ritenute responsabili a vario titolo di due omicidi, corruzione e cessione di sostanze stupefacenti. I due omicidi, commessi tra la fine del 2003 e l'inizio del 2004, si inseriscono nel contesto della guerra all'interno del clan dei Casalesi tra i gruppi Tavoletta-Ucciero e Bidognetti, che si contendevano la supremazia nella gestione delle attività criminose a Villa Literno. Numerose sono state le vittime, in entrambe le fila, nel corso della faida dal 1997 al 2007. Nel corso dell'operazione, in collaborazione con personale del Nucleo investigativo centrale della polizia penitenziaria, sono stati arrestati anche due agenti di polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Carinola, accusati di aver introdotto, all'interno della struttura penitenziaria, e ceduto ad alcuni detenuti sostanze stupefacenti, telefoni cellulari, profumi, orologi ed altri prodotti vietati, in cambio di somme di danaro ed altre regalie.

Adnkronos

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy