Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

6 marzo 2012
Napoli. I carabinieri del Nucleo Investigativo di Castello di Cisterna, questa mattina hanno, dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emesso dal Gip e dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli a carico di esponenti apicali dei clan Russo, Fabbrocino e Nino, attivi nell'agro nolano e nei comuni vesuviani, ritenuti responsabili di estorsione aggravata dal metodo mafioso. L'indagine, condotta da gennaio 2010 a maggio 2011, ha consentito di individuare gli assetti apicali dei citati clan, coalizzatisi negli anni '80-'90 nella Nuova Famiglia Organizzata di Carmine Alfieri, in contrapposizione alla Nuova Camorra Organizzata capeggiata da Raffaele Cutolo. Nel corso dell'inchiesta è stato anche possibile definire i ruoli degli indagati nell'ambito degli attuali, rispettivi contesti associativi e accertare le estorsioni fatte a quattro noti imprenditori dell'area nolana, ai quali imponevano, dal 2001 al 2007, il pagamento complessivo di circa 250.000 euro annui, l'assunzione di parenti o affiliati ai suddetti clan e l'esecuzione gratuita di opere infrastrutturali e la fornitura di calcestruzzo, per la realizzazione di immobili per gli affiliati al clan.

Adnkronos

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy