Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

23 febbraio 2012
Roma. I finanzieri del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Roma stanno eseguendo, su ordine della Dda di Napoli, nuovi sequestri di beni e di rapporti finanziari, per un valore di circa 25 milioni di euro, nei confronti dei fratelli Giuliano, Michele e Luigi Ascione, imprenditori di Formia (Lt) ritenuti contigui al clan camorristico Mallardo, egemone nell'area di Giugliano in Campania e con importanti propaggini nel basso Lazio. Gli Ascione erano già stati destinatari, lo scorso 15 dicembre, di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere e di ingenti sequestri disposti dal gip del tribunale di Napoli su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, per i reati di associazione a delinquere di stampo camorristico e di intestazione fittizia di beni aggravata dalle modalità mafiose. Le indagini, svolte dal Gico del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Roma, erano partite dalla famiglia Dell'Aquila, potentissimo braccio criminale ed economico del clan Mallardo, capeggiata da Giuseppe Dell'Aquila, detto 'Peppe 'o Ciuccio', arrestato lo scorso anno dopo un lungo periodo di latitanza.

Adnkronos

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy