Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il boss della storica omonima banda di Paola, Mario Sepa, è morto in circostanze non note presso il carcere di Parma. Aveva 69 anni.
Il capo mafia era detenuto sin dal 1983 perché condannato all’ergastolo. Era riuscito ad ottenere i primi benefici e nel 2006 la semilibertà per poter lavorare, poi revocata dopo la più recente inchiesta antimafia “Tela del Ragno”. Nel 2012 è stato infatti accusato di aver ricostituito il clan paolano. La sua scalata criminale ha preso il via dopo l’uccisione del padre per una vendetta trasversale nel 1979. All’epoca aveva 26 anni. La sua banda aveva ucciso decine di persone in quei terribili anni ’80, tra cui innocenti che si erano rifiutati di pagare la tangente.

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy