Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

«Marcello Bruzzese, fratello del collaboratore di giustizia Girolamo, è stato ucciso da sicari della ‘Ndrangheta che conoscevano perfettamente la località protetta dove risiedeva. È l’ennesima dimostrazione del fallimento del sistema di protezione. Lo Stato non può lasciare solo chi sceglie di collaborare e ha il dovere di tutelare i suoi familiari». Lo dichiara Piera Aiello, deputata del Gruppo Misto, membro della Commissione Antimafia e testimone di giustizia sotto scorta. «Detto questo, accolgo con soddisfazione la notizia della cattura dei responsabili materiali dell’agguato. Ma il sistema di protezione fa acqua da tutte le parti e occorre riformarlo affinché questi episodi non si ripetano più».

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy