Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

I carabinieri del Comando provinciale di Catanzaro hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di tre soggetti accusati di estorsione (sia tentata che consumata e aggravata dalle modalità mafiose) emessa dal Gip su richiesta della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro.
L'estorsione è stata fatta ai danni di imprenditori sia locali, sia provenienti da altre province calabresi e operanti nel territorio di riferimento.
L'ordinanza è scaturita dalle indagini condotte dai carabinieri del Nucleo investigativo di Catanzaro e della Compagnia di Girifalco, coordinati dalla Dda su una serie di episodi intimidatori posti in essere nel 2020 ad Amaroni, Borgia e Squillace, nei confronti di imprese impegnate nell'esecuzione di lavori stradali e nella posa di cavi elettrici e di proprietari di diverse attività commerciali. In particolare è stata disposta la misura in carcere per due indagati e per il terzo degli arresti domiciliari. Durante l’esecuzione delle misure cautelari è stato eseguito il sequestro preventivo dei conti correnti bancari e postali riconducibili a uno degli indagati.

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy