Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

I carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria alle prime luce dell'alba hanno eseguito a Taurianova e Cinquefrondi un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale del capoluogo calabrese nei confronti di 11 persone, ritenute responsabili di aver preso parte o comunque favorito la 'Ndrangheta (le cosche di 'Zagari-Fazzalari' e 'Avignone') nel territorio di Taurianova. I reati a loro contestati sono, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, estorsione, detenzione illegale di armi anche da guerra, esercizio arbitrario delle proprie ragioni, sostituzione di persona, tutti aggravati dal metodo e le finalità mafiose.
L'ordinanza è scaturita dalle indagini coordinate dalla Dda reggina diretta dal Procuratore Capo Giovanni Bombardieri, nell’ambito dell’operazione denominata “Spes contra Spem”.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy