Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Il Tribunale del Riesame ha scarcerato farmacista e coordinatore di tutte le farmacie ospedaliere dell'Asp di Reggio Calabria nonché responsabile delle farmacie ospedaliere di Palmi e Gioia Tauro Giuseppe Fiumanò, in pensione dal 2018, arrestato nell'ambito dell'operazione Chirone - coordinata dalla Procura Distrettuale di Reggio Calabria - per concorso esterno in associazione mafiosa e corruzione aggravata dalla finalità agevolatrice della cosca Piromalli di Gioia Tauro. Secondo l'accusa, Fiumanò avrebbe agevolato le ditte riconducibili al potente clan gioiose, stanziando fondi aggiuntivi per consentire ordinativi di presidi sanitari in favore delle stesse nonché dispensando ai titolari consigli e suggerimenti, ricevendone in cambio regali. Accogliendo la richiesta di riesame avanzata dai difensori di fiducia, gli avvocati Andrea Alvaro ed Antonio Fiumanò, il Tribunale del riesame ha annullato tutte le imputazioni a carico dell'indagato, che nel corso dell'interrogatorio di garanzia aveva fermamente respinto tutte le accuse, non ravvisando la gravita' indiziaria originariamente ritenuta dal gip che aveva emesso il provvedimento custodiale.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy