Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

È in corso dalle prime ore di questa mattina un'operazione della Polizia di Stato, denominata 'Nuovo Corso', coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Reggio Calabria, finalizzata all'esecuzione di cinque ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse nei confronti di elementi di vertice, affiliati e soggetti contigui alle potente cosca di 'Ndrangheta De Stefano, operante nella città di Reggio Calabria, ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione mafiosa, estorsione e tentata estorsione in danno di affermati imprenditori, aggravate dal metodo e dall'agevolazione mafiosa. Stando a quanto si legge in un comunicato della Questura di Reggio Calabria, gli investigatori della Squadra Mobile, coadiuvati dagli equipaggi dell'Ufficio Volanti della Questura di Reggio Calabria, stanno eseguendo anche perquisizioni domiciliari a carico degli indagati. 
L'inchiesta ha documentano ulteriormente l'esistenza e l'operatività della cosca De Stefano nel capoluogo di provincia, soprattutto nel settore delle estorsioni in danno di imprenditori aggiudicatari di gare d'appalto per la realizzazione di opere pubbliche. L'inchiesta ha portato alla luce gravi vicende estorsive ai danni di un noto imprenditore reggino e di un suo consociato in Ati di altra provincia calabrese, aggiudicatari degli appalti pubblici per il rifacimento del Corso Garibaldi e - il solo imprenditore locale - di Piazza Duomo di Reggio Calabria. 
I particolari dell'operazione saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che il Procuratore della Repubblica Giovanni Bombardieri terrà alle ore 10.30 tramite piattaforma Lifesize, con la partecipazione del Questore Bruno Megale, del dirigente della Squadra Mobile e della Sezione Criminalità Organizzata.

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy