Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

La Guardia di Finanza ha denunciato Alfonso Mammolo, boss della cosca di San Leonardo di Cutro (Kr), che percepiva illegalmente il reddito di cittadinanza. Mammolo è stato arrestato nel maggio scorso dalla GdF con l'accusa di associazione mafiosa, traffico di droga, riciclaggio, estorsione e usura. Le indagini delle Fiamme gialle di Crotone, che poggiano anche sulle informazioni fornite dall'Inps, hanno anche permesso di scoprire che altre 7 persone, risultati essere familiari conviventi di soggetti arrestati insieme al boss nell'ambito dell'inchiesta "Malapianta", incassavano, grazie a dichiarazioni false, lo stesso Rdc pur avendo un tenore di vita alto. Il danno economico accertato ammonterebbe a circa 92mila euro.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy