Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.
Catturati Orazio e Paolo Rosario, mani clan in settore rifiuti
Reggio Calabria. Decapitata la cosca De Stefano. Orazio ed il nipote Paolo Rosario, ritenuti entrambi al vertice dell'organizzazione, sono stati sottoposti a fermo, insieme ad altre 3 persone, dalla Polizia di Stato, con l'accusa di associazione mafiosa ed estorsione. L'indagine, condotta dalla Squadra mobile di Reggio Calabria, ha svelato i molteplici interessi economici della cosca e le modalità di infiltrazione nel lucroso affare dello smaltimento dei rifiuti. In particolare, secondo l'accusa, i De Stefano avrebbero avuto il sostanziale controllo della società a capitale misto Fata Morgana Spa - fallita negli anni scorsi - che gestiva la raccolta differenziata, nonché di alcune società private operanti nell'indotto che sarebbero state costrette a pagare tangenti, a servirsi da fornitori compiacenti e ad assumere personale gradito alla cosca. Orazio De Stefano è stato latitante per 16 anni e venne catturato nel 2004 dalla Squadra mobile che, nel 2009 arrestò anche Paolo Rosario dopo 4 anni di latitanza.
 
ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy