Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

30 novembre 2011
Locri. È stato condannato all'ergastolo Michele Curciarello, accusato di essere l'esecutore materiale dell'omicidio di Salvatore Cordì, alias 'U Cinesi', ucciso a Siderno il 31 maggio del 2005. Il verdetto è stato emesso stamani dalla Corte d'assise di Locri. Curciarello era imputato nel processo assieme ad Antonio Martino e Antonio Panetta, che sono stati assolti per non avere commesso il fatto. Salvatore Cordì, capo della cosca omonima, venne ucciso a colpi di fucile calibro 12 caricato a pallettoni in via Cesare Battisti nel pieno centro di Locri. L'omicidio, secondo gli inquirenti, è inserito nella guerra che contrapponeva la cosca dei Cordì a quella dei Cataldo.

ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy