Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

 

13 ottobre 2011
Reggio Calabria
. Beni per un valore di 18 milioni di euro sono stati sequestrati dai finanzieri del Gico del nucleo di polizia tributaria di Reggio Calabria e dal Comando provinciale carabinieri nei confronti cosca Pesce di Rosarno. Le indagini patrimoniali si sono avvalse delle indicazioni fornite dalla collaboratrice di giustizia Giuseppina Pesce, figlia del boss della cosca Salvatore, e puntano, hanno riferito gli investigatori, ad annientare la potenza economica della consorteria di 'ndrangheta. Tra i beni sequestrati figurano otto imprese, con il loro patrimonio aziendale, operanti, principalmente, nel settore dei trasporti, in quello agrumicolo e nel commercio, beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie.

ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy