Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Beni per un valore di oltre due milioni di euro sono stati sequestrati dalla Guardia di finanza di Messina a cinque persone, originarie di Sant'Agata di Militello e Tortorici, ritenute "socialmente pericolose" e appartenenti a un gruppo criminale che opera nel territorio dei Nebrodi. I cinque decreti di sequestro patrimoniale sono stati emessi dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Messina, su richiesta della procura distrettuale, e sono estesi anche ai familiari dei cinque. I provvedimenti traggono origine dall'indagine 'Nebrodi' che, nel gennaio 2000, ha portato alla luce "una complessa organizzazione criminale di matrice mafiosa, riferibile a due articolazioni del gruppo dei 'tortoriciani', quella dei Batanesi e quella dei Bontempo Scavo. Le indagini evidenziarono diverse truffe in agricoltura per l'ottenimento indebito di fondi comunitari a valere sulla Pac. Sotto sequestro sono finiti due compendi aziendali, comprensivi dei beni patrimoniali, attivi nel settore agricolo; 42 immobili; 22 libretti di deposito al risparmio; 21 conti correnti; 14 polizze vita; due quote societarie. 

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy

Stock Photos provided by our partner Depositphotos