Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Militari del comando provinciale della Guardia di finanza di Catania hanno denunciato 32 persone accusate di avere percepito illegalmente il Reddito di cittadinanza per una presunta truffa allo Stato stimata in oltre 398mila euro. Tra loro due persone condannate definitivamente per associazione mafiosa e dieci che avevano omesso di segnalare di avere familiari condannati con sentenza passata in giudicato per lo stesso reato. Denunciate anche tre persone che avevano ottenuto il sussidio nonostante fossero detenuti in carcere o agli arresti domiciliari e altre 17 per non avere comunicato di avere nel proprio nucleo dei familiari sottoposti a misura cautelare personale. Militari delle Fiamme gialle della compagnia di Riposto, che hanno indagato, hanno notificato un avviso di conclusione delle indagini preliminari emesso dalla Procura di Catania a 27 dei 32 indagati. I presunti trasgressori sono stati segnalati all'Inps per la sospensione del beneficio e il recupero delle somme erogate.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy