Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Ricorre domani il ventiseiesimo anniversario dell'omicidio del piccolo Giuseppe Di Matteo, ucciso dalla Mafia. La Commissione straordinaria del Comune di San Giuseppe Jato, l'associazione Libera, il Gruppo archeologico Valle dello Jato e le scuole del luogo hanno organizzato iniziative per ricordare l'orribile delitto, avvenuto nel 1996, quando il figlio del collaboratore di giustizia, Santino, non aveva ancora 15 anni. Alle 9,30 si terra' presso il Giardino della memoria in contrada Giambascio la piantumazione di alcuni alberi. Alle 10,45, alla Casa del Fanciullo, sede dell'amministrazione comunale, avverrà la presentazione del progetto del "Parco urbano Giuseppe Di Matteo" che sarà realizzato in terreni confiscati alla criminalità organizzata, utilizzando parte dei fondi assegnati dal Ministero dell'Interno. Al termine, sarà scoperta, in piazza Falcone e Borsellino, una mattonella in ceramica realizzata grazie al progetto curato dal presidio di Libera Valle Jato. Sarà formalizzata l'accettazione della donazione della statua del piccolo Di Matteo da parte dello zio della giovane vittima, statua che troverà posto nell'aula consiliare presso la suddetta sede comunale Casa del Fanciullo. "A causa della pandemia - si legge in una nota dei commissari prefettizi che amministrano il Comune - e del rinvio della riapertura della scuola disposto con provvedimento dell'Autorità regionale, il programma ha subito variazioni nella parte in cui prevedeva il coinvolgimento degli studenti dei locali istituti scolastici".

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy