Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Nel 1983 furono uccisi anche due carabinieri e portiere stabile

Domani ricorre il 38esimo anniversario della strage che, nel 1983 in cui morirono il giudice Rocco Chinnici, capo dell'Ufficio Istruzione del Tribunale di Palermo, due carabinieri della scorta, il maresciallo Mario Trapassi e l'appuntato Salvatore Bartolotta, e il portiere dello stabile di via Pipitone Federico dove il magistrato abitava, Stefano Li Sacchi. Domani Palermo ricorderà le vittime con una serie di iniziative. Alla 10 saranno deposte corone di fiori nel luogo della strage. Dopo, nella chiesa di S. Giacomo dei Militari, all'interno della caserma Carlo Alberto dalla Chiesa, si terrà un seminario su 'Dal metodo Rocco Chinnici alla Procura Europea', con ingresso riservato agli invitati, ma i lavori saranno trasmessi in diretta web sul canale Youtube della Fondazione Rocco Chinnici. Previsto il saluto istituzionale della ministra della Giustizia, Marta Cartabia. Tra gli interventi in programma, quelli del Procuratore Capo Europeo, Laura Kodruţa Koevesi, al primo impegno pubblico in Italia dopo l'insediamento al vertice del nuovo ufficio dell'UE operativo dal 1° giugno scorso, e del Procuratore Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, Federico Cafiero de Raho. Alle ore 18, nella la Chiesa di San Michele Arcangelo, a Palermo, sarà celebrata la Messa in ricordo delle vittime della strage. A Misilmeri (Palermo), alle 16.30, e a Partanna (Tp), in piazza Unberto I, alle 19.30, saranno deposte corone di fiori.

In foto: Rocco Chinnici, sulla destra, insieme a Giovanni Falcone, sulla sinistra © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy