Beni per mezzo milione di euro sono stati sequestrati dalla Dia di Catania a un 44enne siracusano ritenuto legato al clan mafioso Bottaro-Attanasio con un lungo curriculum criminale, iniziato fin da minorenne, e costellato da delitti contro la persona e contro l'ordine pubblico. L'uomo è stato già condannato in via definitiva nel 2008 nell'ambito dell'operazione Lybra e per associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti nell'ambito dell'operazione denominata Hawk, nonché destinatario di custodia cautelare per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. Accertamenti patrimoniali che hanno permesso di individuare i beni riconducibili al pregiudicato siracusano. Il sequestro ha interessato una azienda operante nel settore della commercializzazione di carni, autoveicoli, conti correnti e rapporti finanziari. La sezione misure di prevenzione del tribunale ha anche disposto l'applicazione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza per tre anni. Il pregiudicato destinatario del provvedimento di sequestro è Luciano De Carolis, 44 anni, siracusano. Nelle mani dello Stato sono finite aziende, riconducibili al 44enne, specializzate nel commercio della carne e delle auto, inoltre sono stati congelati conti correnti ed altri rapporti finanziari. De Carolis, conosciuto come Ciano u nanu, è stato condannato per associazione a delinquere di stampo mafioso ed estorsioni dopo l'operazione Lybra e dopo l'inchiesta Hawk per associazione a delinquere finalizzata al traffico di droga, in tutti e due i casi in via definitiva.

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy