Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

I Finanzieri del Comando provinciale di Catania hanno confiscato beni per 40 milioni di euro riconducibili ad Emanuele Greco, ritenuto appartenente a Cosa nostra. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale etneo, Sezione Misure di Prevenzione. Emanuele Greco, detto Elio, è stato condannato in via definitiva per gravi reati, tra i quali sequestro di persona, estorsione, furto, porto e detenzione di armi; tratto in arresto nel 2019 e rinviato a giudizio, nell'ambito del procedimento scaturito dall'operazione "Ghost Trash", per avere fatto parte dell'associazione a delinquere di tipo mafioso denominata "Cosa nostra" e, in particolare, del clan Rinzivillo, operante a Ragusa e Caltanissetta. Le indagini patrimoniali, coordinate dalla Procura di Catania - Direzione Distrettuale Antimafia, sono state eseguite dalle unità specializzate del Gico, e hanno consentito agli investigatori di accertare che, a fronte di minimi redditi dichiarati, Emanuele Greco avrebbe costituito un patrimonio societario e immobiliare grazie ai proventi delle attività illecite di estorsione, rapina e riciclaggio. Inoltre, secondo gli inquirenti, tramite l'appoggio delle famiglie mafiose gelesi riconducibili a Cosa nostra, sarebbe riuscito a imporsi nel mercato degli imballaggi di cartone. Così, a seguito delle indagini patrimoniali svolte dalla Guardia di Finanza di Catania, la Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Catania, su proposta di questo Ufficio, ha disposto la confisca di 7 società e imprese individuali, tutte aventi sede in provincia di Ragusa, operanti nel settore dell'ortofrutta e del packaging; 18 fabbricati, tra unità abitative e capannoni; 16 appezzamenti di terreno, anche questi situati, come i fabbricati, in provincia di Ragusa; un'auto e un motociclo.

Foto © Imagoeconomica

TAGS:

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy