Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

Portatori di una nuova cultura del contrasto alle mafie
"Sono stati dei maestri, colleghi che abbiamo guardato come modelli. Sono stati portatori di una nuova cultura del contrasto alle mafie con la specializzazione, attraverso l'individuazione dei flussi finanziari, attraverso la cooperazione giudiziaria". Lo ha detto il procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero De Raho durante l'iniziativa #PalermoChiamaItalia in ricordo delle stragi di Capaci e di via D'Amelio. "Non dimentichiamo che Giovanni Falcone - ha aggiunto - è stato l'uomo che per primo, nel riferirsi alla Commissione delle Nazioni unite per la prevenzione e la giustizia penale, nell'aprile del 1992, appena un mese prima della Strage, fece un discorso straordinario che smosse le Nazioni unite e consentì di arrivare alla convenzione di Palermo sul crimine organizzato. E' stato grazie a lui che abbiamo avuto delle conquiste straordinarie. Sentirli parlare di cosa dovesse essere la fattispecie di associazione mafiosa, degli strumenti per combattere le mafie era straordinario. Un'iniezione, ogni giorno, per essere consapevoli di come essere magistrati e portare avanti il contrasto come lotta dello Stato per la legalità".

ANSA

Foto © Imagoeconomica

Video

  • All
  • Agende Rosse
  • Cosa Nostra
  • Joe Biden
  • Operazione Domino
  • Paolo Borsellino
  • Salvatore Borsellino
  • USA
  • Video

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy