Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

di AMDuemila
Si è tenuta questa mattina a Palermo, in via delle Magnolie, la cerimonia di commemorazione per ricordare il giornalista Mauro De Mauro, sequestrato e ucciso dalla mafia il 16 settembre del 1970. Alla cerimonia, organizzata dall'Unci, erano presenti i familiari del cronista, il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, rappresentanti delle forze dell'ordine, il vice presidente nazionale Unci Leone Zingales, il presidente regionale dell'Ordine dei giornalisti Giulio Francese e il segretario provinciale dell'Assostampa Giuseppe Rizzuto. Il sindaco ha deposto una corona d'alloro sotto la lapide che ricorda De Mauro e il vice presidente Unci ha annunciato per il prossimo anno, il 50esimo dalla scomparsa, un evento a Palermo con il coinvolgimento di tutte le sigle del giornalismo italiano "per celebrare un vero cronista". "Mi fa piacere che la figura di papà venga celebrata dai colleghi con questa cerimonia. La memoria è importante" ha detto la figlia Franca De Mauro. "Ancora una volta - ha commentato il sindaco Orlando - ricordiamo Mauro De Mauro, esempio di coraggio e giornalista che aveva come missione la ricerca della verità in un tempo in cui Palermo era governata dalla mafia la ricerca della verita' era un atto 'fastidioso' per potenti e mafiosi. Oggi, anche grazie al suo impegno, così come è nei valori professionali dei giornalisti, Palermo non è piu' governata dalla mafia messa in netta minoranza nella nostra comunità e che non ha più il volto delle istituzioni, della Chiesa".
Una commemorazione semplice che viene celebrata solo dal 2015 quando, su proposta dell'Unione cronisti è stata posta una targa marmorea nella via. De Mauro viene poi ricordato anche nel Giardino della memoria di Ciaculli dove in suo onore, nel maggio 2013, è stato piantato un albero.

ARTICOLI CORRELATI

Mauro De Mauro 49 anni fa: ''Ho uno scoop che farà tremare l’Italia''

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy