Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

messina denaro 624

'Diffondere legalità nelle scuole, Stato siamo tutti noi'

Roma. Matteo Messina Denaro "gode ancora di una rete di copertura che gli consente di essere ancora latitante. Ma nonostante ciò è sotto gli occhi di tutti che questa rete piano piano sta cedendo grazie alle indagini che gli tolgono linfa vitale". Così il procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo Federico Cafiero de Raho è tornato sulla lotta dello Stato contro colui che è considerato il numero uno di Cosa nostra dicendosi "certo che si arriverà" alla sua cattura. "E credo - ha aggiunto - che non passerà neanche troppo tempo, perché le sue risorse sono sempre più limitate". De Raho ha poi ribadito quello che da tempo sostengono gli investigatori che gli danno la caccia. Matteo Messina Denaro resta un "esponente di rilievo di Cosa Nostra" che però "pensa ai suoi interessi" piuttosto che a quelli dell'organizzazione. Il procuratore, infine, ha sottolineato come nella lotta alla mafia sia fondamentale la "diffusione di un messaggio di legalità" nelle scuole. E' da lì che bisogna partire. "Gli studenti devono sapere - ha detto - che lo Stato siamo tutti. Certo, ci sono alcuni che sono in prima linea ma ciascuno deve sentirsi Stato in ogni momento. E deve sapere che anche il più piccolo comportamento può aiutare la legalità a svilupparsi".

ANSA

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy