Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’uso del sito stesso. Per i dettagli o per disattivare i cookie consulta la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque link del sito acconsenti all’uso dei cookie.

cortese renato c c imagoeconomicaPalermo (AdnKronos). "Bilancio positivo" per Palermo con i "reati in diminuzione". E' stato un 2018 "impegnativo sul fronte dell’ordine pubblico" ma "siamo riusciti a garantire la sicurezza ai cittadini". A parlare è il Questore di Palermo, Renato Cortese, che durante il tradizionale scambio di auguri con i giornalisti ha fatto il bilancio dell'anno che sta per finire. "Abbiamo avuto a settembre la visita del Santo Padre poi, più di recente, la Conferenza sulla Libia - dice Cortese circondato dai dirigenti e funzionari, oltre al Capo della Squadra mobile Rodolfo Ruperti - Siamo riusciti a fare convivere le delegazioni libiche. Voglio ringraziare gli uomini e le donne della Polizia di Stato che hanno dimostrato che Palermo può essere una casa sicura". "Siamo intervenuti sulla mafia - dice ancora il Questore - e sul fronte di zone del centro storico come la Vucciria e Ballarò, siamo stati presenti con le richieste di sicurezza da parte dei cittadini. Oggi c’è certamente una movida più contenuta. Anche loro ringraziano le forze di Polizia". E ancora: "Siamo presenti anche a Ballarò - dice - un quartiere difficile, dove abbiamo fatto tantissimi arresti. La nostra è una presenza costante e continua". Sono 20 le pattuglie a disposizione del Dipartimento della Prevenzione generale a Palermo. "Da qualche tempo quattro commissariati restano aperti anche la notte - dice Cortese - e presto altri quattro commissariato resteranno aperti la notte". Sui reati in calo, Cortese spiega: "Sì, anche a Palermo, come altrove, si registra una diminuzione dei reati. Ciò nonostante la percezione di insicurezza ancora è elevata". "Servono, quindi, iniziative per accorciare le distanze con i cittadini. E dare un volto amicale. 'Sbirri' siamo e 'sbirri' restiamo ma aumenteremo il dialogo", assicura Cortese.

affaritaliani.it

Foto © Imagoeconomica

ANTIMAFIADuemila
Associazione Culturale Falcone e Borsellino
Via Molino I°, 1824 - 63811 Sant'Elpidio a Mare (FM) - P. iva 01734340449
Testata giornalistica iscritta presso il Tribunale di Fermo n.032000 del 15/03/2000
Privacy e Cookie policy